Alassio - premio per l'informazione 2008
Alassio - premio letterario 2009
Alassio - premio autore ed editore 2010
Alassio - premio per l'informazione 2010
Alassio - premio autore ed editore 2011
Alassio - premio per l'informazione 2011
Alassio - premio autore ed editore 2012
Alassio - premio per l'informazione 2012
Alassio - premio autore ed editore 2013
Alassio - premio per l'informazione 2013
Alassio - premio autore ed editore 2014
Alassio - premio per l'informazione 2014

I Premi Letterari

A Donatella Di Pietrantonio il premio “Alassio Centolibri – Un Autore per l’Europa” edizione 2017

l Premio Alassio Centolibri – Un Autore per l’Europa consegnato a Donatella Di Pietrantonio per il suo romanzo “L’arminuta” (2017, Giulio Einaudi Editore).

Sabato sera in piazza Partigiani, la cerimonia di premiazione condotta da Gerry Scotti, alla presenza del Sindaco Enzo Canepa, dell’Assessore alla Cultura Simone Rossi, del prof. Franco Gallea e della giuria di italianisti presieduta da Ernesto Ferrero e formata da professori di letteratura italiana di prestigiose Università europee.

L’iniziativa, creata, organizzata e promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Alassio e dalla Biblioteca Civica “Renzo Deaglio”, gode del riconoscimento dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero per i beni e le attività culturali, del Ministero per gli affari esteri e della Regione Liguria.

Nella serata, che ha ospitato anche le esibizioni di Greta Mascaretti e di Monia Russo, l’autrice Donatella Di Pietrantonio ha firmato la “piastrella”, su invito di Luisella Berrino, che sarà posta sul celebre “Muretto” di Alassio.

Di seguito, le motivazioni della giuria:

Alla sua terza prova narrativa, Donatella Di Pietrantonio ci consegna uno dei romanzi più convincenti degli ultimi anni. In un Abruzzo degli anni ‘70, che sembra condannato a un immobilismo fuori della Storia, una ragazzina di tredici anni si vede improvvisamente restituita, senza una spiegazione plausibile, alla sua famiglia biologica che non ha mai conosciuto, quella stessa che per difficoltà economiche l’aveva affidata a parenti benestanti, secondo un uso piuttosto frequente in quegli anni. Oggetto di un doppio abbandono, diventa l’Arminuta, la ritornata, e si ritrova ad affrontare i misteri dolorosi di quel passaggio forzato, e le asprezze di una condizione diversa e penosa. Dovrà sciogliere una matassa di silenzi e reticenze, di piccole e grandi viltà.

Con esemplare asciuttezza espressiva, che si avvale dell’incisività del dialetto senza nulla concedere al facile colore, Donatella Di Pietrantonio ha scritto un romanzo di formazione capace di scandagliare anche i lati oscuri della maternità e l’intensità del rapporto tra fratelli. Spicca tra i personaggi, restituiti nelle loro debolezze e nelle fatiche del loro vivere, quello indimenticabile della sorella Adriana.

In un’epoca in cui anche la scrittura sembra minacciata da una sorta di populismo che mira a sollecitare un facile consenso, Donatella Di Pietrantonio, fedele al suo sapiente artigianato, si muove controcorrente, dimostrando come la vera letteratura resti un insostituibile strumento conoscitivo.

 

logo del premio Alassio 100 Libri - Un Autore per l'Europa

Il Premio "Alassio 100 Libri - Un Autore per l'Europa"

Il Premio Letterario “Un Autore per l'Europa” è il punto d'arrivo di una serie di iniziative di promozione culturale a cui la Città di Alassio, per il tramite del suo Servizio Bibliotecario, ha cominciato a dare vita nel 1974 con gli “Incontri con l'Autore”. Per venti anni i maggiori scrittori italiani si sono avvicendati ad Alassio a presentare le loro opere, diffondendo nella città la conoscenza della letteratura contemporanea e il gusto per la lettura. Nel 1994 una manifestazione articolata in due fittissimi cicli di incontri e dibattiti denominata “Alassio 100 libri - 20 Anni di Incontri con l'Autore”, ha celebrato questo significativo traguardo e al tempo stesso ha suggerito l'opportunità di dare a questa ormai consolidata consuetudine di contatto tra scrittori e lettori una cornice più dinamica ed un respiro europeo.

E' nato così in un gruppo di intellettuali e di operatori culturali che gravitano attorno alla Biblioteca l'idea di un premio letterario che sottoponesse la nostra narrativa al vaglio di una giuria di Italianisti stranieri che operano sul piano dell'informazione culturale o dell'insegnamento nelle principali Università d'Europa. L'Amministrazione Comunale l'ha recepita e nel 1995 è stato istituito il Premio "Alassio 100 libri - Un Autore per l'Europa" con una dotazione di € 5000,00 per lo scrittore primo classificato

I premiati delle precedenti edizioni sono:
(1995) Gabriele Romagnoli "In tempo per il cielo"
(1996) Rosetta Loy "Cioccolata da Hanselmann"
(1997) F. Guccini , L. Macchiavelli "Macaronì"
(1998) Francesco Biamonti "Le parole la notte"
(1999) Maurizio Maggiani "La regina disadorna"
(2000) Ernesto Ferrero "N"
(2001) Bruno Arpaia "L'angelo della storia"
(2002) Laura Pariani "Quando Dio ballava il tango"
(2003) Simonetta Agnello Hornby "La mennulara"
(2004) Paola Mastrocola "Una barca nel bosco"
(2005) Salvatore Mannuzzu "Le fate dell'inverno"
(2006) Claudio Piersanti "Il ritorno a casa di Enrico Metz"
(2007) Marcello Fois "Memoria de vuoto"
(2008) Paolo Giordano "La solitudine dei numeri primi"
(2009) Margaret Mazzantini "Venuto al mondo" (photogallery)
(2010) Michela Murgia "Accabadora" (photogallery)
(2011) Marta Morazzoni "La nota segreta" (photogallery)
(2012) Valeria Parrella "Lettera di dimissioni" (photogallery)
(2013) Fabio Stassi "L'ultimo ballo di Charlot" (photogallery)
(2014) Giorgio Falco "La gemella H" (photogallery)
(2015) Paolo Rumiz "Come cavalli che dormono in piedi" (photogallery)
(2016) Giuseppe Lupo "L'albero di stanze" (photogallery)
(2017) Donatella Di Pietrantonio "L'arminuta" (photogallery)

logo del premio Un Editore per l'Europa

Il Premio "Alassio 100 Libri - Un Editore per l'Europa"

La città di Alassio - Assessorato alla Cultura, ha istituito, con decorrenza dal 1999, un premio riservato al mondo dell'Editoria italiana, destinato ad un editore che, per impegno culturale e capacità imprenditoriale, abbia dato un contributo significativo allo sviluppo dell'editoria italiana in una prospettiva europea.
Il premio, consistente in una targa di particolare pregio, riproduce l'acquerello dipinto ad Alassio nel 1864 da Edward Lear.

I componenti la giuria del Premio: Alberto Cadioli, Ernesto Ferrero, Annamaria Gandini, Armando Torno, Giuliano Vigini (Presidente).

Le case editrici premiate delle precedenti edizioni sono:
(1999) Laterza (Roma-Bari)
(2000) Il Mulino (Bologna)
(2001) UTET (Torino)
(2002) Jaca Book (Milano)
(2003) Il Saggiatore (Milano)
(2004) Bollati Boringhieri (Torino)
(2005) Adelphi (Milano)
(2006) Morcelliana (Brescia)
(2007) Sellerio (Palermo)
(2008) Guanda (Parma)
(2009) Nino Aragno (Torino) (photogallery)
(2010) Iperborea (Milano) (photogallery)
(2011) Hoepli (Milano) (photogallery)
(2012) Edizioni Medusa (Milano) (photogallery)
(2013) Bompiani (Milano) (photogallery)
(2014) Raffaello Cortina Editore (Milano) (photogallery)
(2015) Oscar Mondadori (Milano) (photogallery)
(2016) Edizioni e/o (Roma) (photogallery)


logo del premio Alassio per l'Informazione Culturale

Il Premio "Alassio per l'Informazione Culturale"

La Città di Alassio, Assessorato alla Cultura, per completare il panorama delle tematiche collegate al libro , con decorrenza dal 2006, organizza, in collaborazione con la Fiera internazionale del libro di Torino, il Premio “Alassio per l'informazione culturale”.

Il premio è destinato a una figura del mondo dell'informazione (quotidiani , periodici, radio, televisione) che si sia distinto per innovatività di contenuti e linguaggi nel lavoro di diffusione della cultura, ed in particolare del libro e della lettura.

I premiati delle scorse edizioni sono:
(2006) Marino Sinibaldi
(2007) Vittorio Sermonti
(2008) Corrado Augias
(2009) Philippe Daverio
(2010) Piero Angela (photogallery)
(2011) Gianni Minoli (photogallery)
(2012) Danilo Mainardi (photogallery)
(2013) Valerio Massimo Manfredi (photogallery)
(2014) Vittorio Sgarbi (photogallery)
(2015) Carlo Rovelli (photogallery)
(2016) Massimo Gramellini (photogallery)
(2017) Piero Bianucci (photogallery)

 


logo del premio Alassio Internazionale

Il Premio "Alassio Internazionale"

Premia una personalità del mondo letterario, riconosciuta a livello europeo e viene consegnato, ogni anno, a Torino in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro.